venerdì 11 maggio 2018

CANTINE APERTE IN ABRUZZO - 2018


Provincia di Chieti
Agriverde – Ortona in Via Stortitini 32/A loc. Caldari – www.agriverde.it – 0859032101
Buccicatino – Vacri in c/da Sterpara 3 – www.buccicatino.it – 0871720273
Cantina di Ortona – Ortona in Via Civiltà del Lavoro 111 – www.cantinadiortona.it – 0859062218
Cantina Frentana – Rocca San Giovanni in Via Perazza 32 – www.cantinafrentana.it –  087260152


Cantina Rapino – Francavilla al Mare in c/da Setteventi 20 – www.aziendarapino.it – 3314628600 – PROGRAMMA

Cascina del Colle – Villamagna in Via Piana 85/A –  www.lacascinadelcolle.it –  0871301093 – PROGRAMMA


Ciavolich – Miglianico in Via Martiri Piane di San Pantalone 1 – www.ciavolich.com – 0858289002 solo domenica
Dora Sarchese – Ortona in c/da Caldari Stazione 65 – www.dorasarchese.it – 0859031249 – PROGRAMMA

Fattoria Licia – Villamagna in Via Val di Foro 64 – www.fattorialicia.it – 0871300252

il Feuduccio – Orsogna in Località Feuduccio 1 – www.ilfeuduccio.it – 0871891646



La Vinarte – Santa Maria Imbaro in Via Provinciale della Rocca 17 – www.lavinarte.it – 3407634659 – PROGRAMMA


Maligni – Chieti in Strada Pignatari 3 – www.maligni.it –  0871440906

Tenuta i Fauri – Ari in Via Foro 18 – www.tenutaifauri.it – 0871332627 solo domenica

Vigneti Radica – Tollo in Via Piane Mozzone 4 – www.vignetiradica.it – 0871962227

Provincia di Pescara
Bosco Nestore – Nocciano in c/da Casali 147 – www.nestorebosco.com – 085847345 – PROGRAMMA

Chiusa Grande – Nocciano in c/da Casali – www.chiusagrande.it – 085847460

Col del Mondo – Collecorvino in Contrada Campotino – www.coldelmondo.com – 0858207162

Contesa Vini – Collecorvino in Strade delle Vigne 28 di c/da Caparrone – www.contesa.it – 0858205078 – PROGRAMMA

Guardiani Farchione – Tocco da Casauria in Via 20 Settembre, 30 – www.guardianifarchione.com – 085880508
Marramiero – Rosciano in c/da Sant’Andrea 1 – www.marramiero.it – 0858505766



Podere della Torre – Spoltore in via Macchiavelli – www.poderedellatorre.com – 0854963644 – PROGRAMMA

Spumanti Fausto Zazzara – Tocco da Casauria in Via Mazzini Vico I – www.spumantiartigianali.it – 3936597739


Tenuta Secolo IX – Castiglione a Casauria in c/da Vicenne 5/A – www.tenutasecolonoix.it –  0857998193



Tenuta Arabona – Manoppello in Via Dei Vigneti 4 – www.tenutaarabona.it – 0858561902 – PROGRAMMA

Zaccagnini – Bolognano in c/da Pozzo 4 – www.cantinazaccagnini.it – 0858880195





Provincia di Teramo
Cantina Centorame – Atri in Via delle Fornaci, Casoli d’Atri – www.centorame.it – 0859709115



Cantina Ruggieri –  Atri in Via della Liberazione di c/da Tre Ciminiere – www.cantinaruggieri.com – 3281254746

Cerulli Spinozzi – Canzano in ss.150 km 17,600 – www.cerullispinozzi.it – 086157193




PROGRAMMA


SABATO E DOMENICA

- Visita guidata della Cantina con degustazione dei vini “classici”.

- Degustazione diffusa dei vini Cortàlto (Colline Teramane, Cerasuolo Superiore e Pecorino) e Torre Migliori (Colline Teramane Riserva e Colline Teramane): per assaggiare questi vini dovremo entrare nel vigneto e raggiungere i banchi di degustazione sparsi nella Tenuta, laddove quei vini nascono.

- “Fuori la strada dentro la vigna”: tour su jeep scoperta nel vigneto.

- Rural food - pranzo agricolo: alcune tra le aziende agricole più
rappresentative del territorio saranno presenti con i loro prodotti.

- Il cammino del curioso: percorsi segnalati all'interno del perimetro
aziendale, con punti di ristoro. 

- Vigna a pedali: Percorsi segnalati per chiunque sia munito della propria bicicletta per scoprire l’azienda. 

- A cavallo in vigna come una volta: il vigneto e l'azienda tutta saranno aperti a chiunque, col suo cavallo, voglia scoprirne le bellezze. 

- Dialogo con il territorio: nel piazzale antistante la cantina saranno presenti aziende agricole e associazioni che operano nel territorio della provincia di Teramo.

- Verticale di Cortàlto Pecorino e Torre Migliori Colline Teramane:
degustazione di cinque vecchie annate dei due vini di maggior pregio della Tenuta, presso la Sala Conferenze della Cantina. E' necessaria la prenotazione. Costo a persona: 7 € (Per info e prenotazioni 0861 57360, oppure all'ingresso)

- Il cammino del contadino: passeggiata in vigna accompagnati da un ricercatore dell'università di Teramo, per approfondire la conoscenza delle pratiche agricole antiche e moderne e conoscere l'origine dei nostri vini. È consigliato un abbigliamento sportivo. 

- Rilassiamoci! vi invitiamo a godere delle brezzoline che di giorno
accarezzano i nostri vigneti, dell'ombra che bagna i piedi delle nostre querce e dei nostri pini, del silenzio che abbraccia le vallate e le Colline Teramane.
Saranno allestiti punti di relax, con cuscini e sedute, in punti panoramici della tenuta.
Sarà possibile acquistare cibo e bevande in diverse zone della Tenuta.

- Mostra iconografica dal titolo “Sua Maestà il Gran Sasso d'Italia –
Repertorio per un'iconografia generale sec.XVI-XX”, tratta dal volume “Atlante Storico del Gran Sasso d'Italia”, edito da Ricerche e Redazioni di Teramo.

SOLO SABATO

- Aperitivo panoramico “Tramonti & Sonorità”: A
chiusura della giornata di sabato, verrà organizzato un aperitivo nella terrazza panoramica della Casina Margherita. Abbracciando con lo sguardo tutta la vallata, sarà possibile attendere il tramonto accompagnati dalla musica del progetto “Trio's”, del Conservatorio Musicale di Teramo Gaetano Braga.

SOLO DOMENICA

- Cantine Aperte in Mountain Bike: ciclo-escursione in MTB di circa 30 km; a seguire pranzo in casina. Assistenza a cura dell' ASD Bike StormTeam. (Quota di partecipazione 15€. Per prenotazioni entro
il 23/05 : Eugenio 349 871 6970)

- Vini d'Altura Edizione 2018: dalle 11,00 alle 18,00, presso la Casina Margherita, sarà possibile incontrare Bruno e Lorena che illustreranno il loro progetto “Vini d'Altura”, che riscopre la cultura dell'affinamento del vino in montagna tra le vette del Gran Sasso, perpetuata nei secoli dai pastori dell'Appennino. Degustazione di 3 calici di vino d'Altura e assaggi di prodotti locali. Ingresso 5,00 €. (Posti limitati. Per info e prenotazioni: Lorena 333 477 9652, o Bruno 334 946 1156)

- Laboratorio Espressivo Artistico per i più piccoli: presso l’area attrezzata del punto vendita sarà possibile far partecipare i bambini a laboratori artistici e manuali. A cura di Giuseppina Michini. Età minima 4 anni. Il costo è di 5,00 Euro. 

-------------------------------------------------------------------------------------------

- Scatta la Cantina: fai una foto della tua giornata in Cantina, o gira un breve filmato, con tag #tenutacerullispinozzi su instagram. L'autore della foto/video con più like riceverà due bottiglie in premio e uno sconto del 10% da ritirare presso il punto vendita di Canzano entro il 4 giugno 2018. 

Opportunità di acquisto di tutti i prodotti dell'azienda presso il punto
vendita di Canzano e presso l’area antistante la cantina (tel: 0861 1753046)
Di Ubaldo – Sant’Egidio alla Vibrata in Via dei Sabini 35 – www.diubaldo.it – 0861841111
Emidio Pepe  – Torano Nuovo in Via Chiesi 10 –  www.emidiopepe.com – 0861856493


Cantine Aperte 2018
una giornata che racchiude la convivialità del vino, l’accoglienza della famiglia Pepe, il talento internazionale di chef londinesi e le delizie di Nonna Rosa

SABATO 26 MAGGIO ore 15-19

- Visite guidate in cantina
- Degustazione con il calice del Movimento Turismo del Vino € 5 con cui si ha diritto a due assaggi di vino
- Possibilità di acquistare un tagliere di affettati e formaggi del territorio a € 10

DOMENICA 27 MAGGIO ore 10-19
- Visite guidate in cantina
- Degustazione con il calice del Movimento Turismo del Vino € 5 con cui si ha diritto a due assaggi di vino
- Pranzo evento in agriturismo"London’s Trullo comes to Pepe"
Felici ed onorati di avere in cucina per la preparazione del pranzo i giovani e talentuosi chef proprietari dei ristoranti italiani di Londra Trullo e Padella, la cui filosofia gastronomica assomiglia molto alla nostra attenzione e cura nella produzione di vino: lasciare che le materie prima si esprimano nella loro dimensione e gusto più vero senza stravolgere la loro natura ma semplicemente accompagnare il loro percorso, dall’orto, al piatto.
Hanno creato un menù apposito per noi a cui abbiamo attentamente abbinato i nostri vini per ogni portata. Il pranzo si terrà nella sala del nostro agriturismo e sarà aperto alle ore 13.00. Per maggiori informazioni su Tim Siadatan chef del Ristorante Trullo leggi questo articolo
Menù in abbinamento ai nostri vini € 60, per info e prenotazioni: agriturismo@emidiopepe.com
(Prenotazione obbligatoria, posti a sedere limitati)

Nel frattempo, sulla terrazza di casa Pepe tavoli all’aperto con possibilità di acquistare i seguenti piatti dalle ore 12,00 in poi:

- Primo alla pecorara con la nostra pasta Senatore Cappelli € 8,00
- Primo vegetariano € 8,00
- Tagliere di affettati e formaggi del territorio € 10,00

*tutti questi piatti possono essere acquistati singolamente e non c’è servizio al tavolo

Musica dal vivo dalle ore 15,00 fino a sera

Durante le due giornate di sabato e domenica è possibile acquistare bottiglie di Emidio Pepe da degustare in giardino e in tutti gli spazi aperti dell’azienda.
Faraone Vini – Giulianova in  SS 80 290 – www.faraonevini.it  – 0858071804



San Lorenzo – Castilenti in c/da Plavignano 2 – www.sanlorenzovini.com – 08611999325 – PROGRAMMA

Vaddinelli – Atri in Via Pretetulo – no sito internet – 3285685411

Valori – Sant’Omero in Via Torquato al Salinello 8 – www.vinivalori.it – 087185241



mercoledì 18 aprile 2018

Visita alla Cantina WILMA - 01/03/2017

Tra i componenti della neonata Comunità Slow Food dei “Vignaioli di Chieti”, abbiamo scelto oggi di scoprire qualcosa in più dell’azienda Cantina Wilma di Maurizio Nonno, nostra vecchia conoscenza di cui avevamo già in passato potuto apprezzare i prodotti. Le strade intricate alle spalle della città di Chieti ci permettono l’immediata immersione nell'aria pura della tradizione contadina, proprio quella che da anni spinge un tecnico edile a produrre un vino artigianale davvero interessante.
Un piccolo fabbricato, l’attrezzatura giusta, le vigne su terreni ricchi di minerali e tanta passione. Ecco gli ingredienti.

La superficie a disposizione di Maurizio è di soli due ettari, estesa nelle campagne di Torrevecchia, da cui ricava una produzione totale annua che mediamente si attesta sull'ordine delle diecimila bottiglie, spartite equamente tra rosso (4000 di Montepulciano e 1000 di Cerasuolo circa) e bianco (3000 quelle di Trebbiano e 3500 di Pecorino).
Maurizio segue oggi tutte le fasi della sua produzione, dalla scelta delle pratiche tra i filari a quelle di vinificazione sin dal 2007, coadiuvato nei primi tempi dai consigli dell’amico enologo Donato Di Tommaso.

Il regime di coltivazione è biologico da sempre, la fermentazione spontanea è affidata ai lieviti indigeni e l’affinamento non prevede legno; il nostro vignaiolo accenna ad un sorriso quando gli proponiamo l’idea della totale conversione a biodinamico, una veste da “estremista” che starebbe bene secondo noi sugli abiti da artigiano del vino che già indossa con orgoglio.
Pensavamo di cavarcela con un paio di tipologie da assaggiare e invece ecco le sorprese che questa visita ci ha riservato.


Rustico di Pecorino” 2014
E’ un Metodo Classico ancestrale, cioè senza aggiunta di zuccheri che non siano quelli presenti nello stesso mosto precedentemente congelato e poi aggiunto in bottiglia.
Il leggero amarognolo del Pecorino sfuma in un sentore ammandorlato dopo che si è presentato citrico e brioso; il frutto maturo di pera si vela di erbaceo e si appaia alla grande freschezza. Un buon inizio per questa piccola produzione di sole 500 bottiglie.


Pecorino 2016
Vinificazione pulita e vino lucente con toni ficcanti di pera e mela verde, mitigati da un floreale tendente al giallo; dritto e minerale con la sapidità e la freschezza come maggiori pregi. Equilibrato e coerente con la tipologia.


Pecorino 2016 (Non filtrato)
Su richiesta di un amico ristoratore, Maurizio ha frazionato una piccola parte della produzione per la quale non è stata effettuata alcuna filtrazione che egli ha soprannominato “3 A”, scherzando con il nome dell’associazione del vino naturale. Ecco, al naso si ripresenta il fruttato di pera ma in veste più stanca accanto a sentori di melacotogna e cedro; anche in bocca perde l’incisività e quel minerale roccioso che lo impreziosiva. Chissà se nell’evoluzione non possa regalare altro.


Cerasuolo d’Abruzzo 2016
E’ il risultato del vino fiore torchiato a mano nella sfida a tempo contro l’ossidazione, come ci racconta Nonno. Il colore tenue riluce e spiccano al naso le note “dolci” del frutto maturo; al sorso è pieno ma delicato, non irruento ma detergente ed equilibrato. Un Cerasuolo tipico, da manuale.


Cerasuolo d’Abruzzo 2016 (Non filtrato)
Anche per il Cerasuolo, Maurizio ci presenta la versione torbida che però ha sicuramente qualcosa da dire in più del bianco di prima: le differenze sono minime rispetto al classico e risulta colmo di frutti (ciliegia e fragola) con una mineralità ferrosa godibilissima che ricorda al naso l’amaro di un bitter. Qualcuno di noi dice: ”Meno eleganza ma più ciccia ”.



Cerasuolo d’Abruzzo 2015
Non mancano le annate meno recenti e tra queste ecco l’unica ottenuta per salasso. Vivo e intenso, con speziato di anice in primo piano rispetto a pietre bagnate e marasca. In bocca è però più greve, con l’acidità e l’alcolicità spiccate che non aiutano la leggerezza e richiedono apporto di cibo.


Cerasuolo d’Abruzzo 2014
Nell’”annus horribilis” qualcosa si salva e riesce a stupire, come questo Cerasuolo che poco ispira all’inizio, presentandosi con un colorino smorto figlio della lotta contro l’ossidazione. Nelle olfazioni però dà il meglio di sé e insieme al fruttato ben vivo si apre su note interessantissime di fumo e di torrefazione, tanto da far dire a qualcuno che “Valentineggia”. Leggera sensazione di cotto sul palato ma tondo e valido nella freschezza residua. Una bella sorpresa.


Montepulciano d’Abruzzo 2015
Fitto e impenetrabile con toni fumosi e terziari di cuoio secco in evoluzione, un poco scomposti: il sentore di smalto potrebbe essere un difetto da smorzare col tempo. Qualcuno lo ha definito un “cavallo imbizzarrito”, rimarcando il fatto che non sia un vino pronto; in questi casi la botte grande avrebbe fatto il miracolo, ma comunque lo aspettiamo in bottiglia. Da rivedere senz’altro.


Montepulciano d’Abruzzo 2016
Il rosso più giovane nasconde la vinosità dietro il fruttato tipico e la nocciola tostata; violetta e polvere escono sul finale. Già pieno e convincente in bocca con il frutto ovviamente dominante. Meno irruento, forse con meno vita davanti ma immediato e concreto da subito.



Questo è ciò che può, a volte, venir fuori dallo strano mix di tradizione, passione, un po’ di tecnica e un briciolo di follia, che può spingere un geometra sulla strada dell’arte, del creare e del diventare artigiano del vino.

Pierluigi Aielli
(Addetto Stampa CdG)

Se vuoi vedere le foto della visita CLICCA QUI